Scusa – Mecna

“Scusa” è l’outro dell’album “Mentre nessuno guarda”, cantata dal rapper pugliese Mecna e pubblicata nell’Ottobre del 2020 per Virgin Records/Universal Music Italia.

replay10 replay10
00:00
picopod.it/35566

INTRO
= LAm DO FA FA-SOL / LAm DO FA FA-SOL

STROFA
1

========

LAm
Scusa se non sono come te e a volte come vorrei
DO
Se non parlo troppo e resterò in silenzio in dei
FA
Momenti imbarazzanti in cui forse dovrei
FA SOL
Urlare, ma non riuscirei

LAm
In un mondo ideale non so se avrei sbagliato niente
DO
E sarei soddisfatto sempre

In questo qui non proprio tutto va come dovrebbe
FA
Scusa se non nevica mai più a dicembre
FA SOL
Ed io ancora ci spero e mi compro le felpe

LAm
Scusa Antonello е Luigi
DO
Se abbiamo preso dellе strade differenti

Che col tempo poi ci hanno divisi
FA
Sapete quanto ci credevo ai nostri sacrifici
FA SOL
Per me sarete sempre i miei migliori amici

LAm
Scusa Gianlu se non è com’eravamo
DO
E se il fratello che non hai non lo sono più diventato
FA
Quando ascoltavamo il soul nella tua auto
FA SOL
In giro come se dovessimo svoltare da un momento all’altro

LAm
Scusa Macro, sei il primo che ha creduto in me
DO
E mi hai spinto sopra il palco, e a dividerci è stato un contratto
FA FA
Mi manca quando mi telefonavi la mattina
SOL
Per pianificare insieme tutto quanto

LAm
Scusa Filo se non vengo mai a un tuo DJ set
DO
E spero che ritrovino il tuo Mac
FA
Ora sai che non devi lasciare nulla nel portabagagli,
FA SOL
Il mondo è dei vigliacchi e dei codardi

REm
Scusa Lvnar, Ale e Seife, voi che siete
MIm
Con me quando ho bisogno di un parere
FA
So che non è facile, ma spero che possiate avere
SOL
Almeno un disco d’oro su quella parete
LAm DO FA FA
Scusa

STROFA
2

========

LAm
Scusa Viola se ti stavo così addosso
DO
Ma al liceo c’ho messo un sacco, ti guardavo di nascosto
FA
È così bello che ci siamo messi insieme
FA SOL
Ma la gelosia mi ha scosso ed ha mischiato paranoie e cose vere

LAm
Sono cambiato un po’ dopo quell’anno
DO
E non l’ho detto quasi mai a nessuno

Giulia è stata agosto, dopo quel 31
FA
Disse: “Non puoi gioire solo e rovinarti in due”
FA SOL
Io non trovavo le parole e volevo le sue

REm
Scusa, però vabbè, almeno ormai è chiusa
MIm
Ho avuto altre storie un po’ così, ma dopo un po’ stufa
FA
Non si può essere “per sempre” mai
SOL
E qualche volta “mai” per sempre

Che in questo modo ci si perde
LAm
Scusa

| (LAm) DO FA FA-SOL / LAm DO FA FA-SOL

STROFA
3

========

LAm
Scusa, baby, se ti ho scheggiato il dente
DO
Mentre ti baciavo al concerto di Justin Timberlake
FA
Mi sono fatto forse prendere dall’euforia
FA SOL LAm
Avrai per sempre un segno addosso, ed è per colpa mia

E scusa se parlo di te nei pezzi, ah
DO
So che non vorresti
FA
È ciò che più mi piace di te, cioè, lo diresti?
(stop)
Per te ho scritto “Faresti con me” e tu la detesti

LAm
Scusa se russo ogni tanto, è solo che tu hai il sonno leggero
DO
E fuori casa tua c’è sempre un casino, che sclero
FA
Fortuna che sappiamo come riderne
FA SOL
Sapendo che le cose possono precipitare senza limite

LAm DO
Scusa Dia’ se non sono il fratello che ti chiede:

“Come va?”, ti abbraccia e ti si avvicina
FA
Ma so che ad ogni discesa c’è una salita
FA SOL
E a te il 20 di marzo ti ha cambiato la vita

LAm
Scusa mamma, scusa papi
DO
Se non torno a casa così spesso e a volte ho modi poco delicati
FA FA
Di dirvi che sto bene anche se il disco non è andato a gonfie vele
SOL LAm
E mi aspettavo un po’ altri risultati

Scusa se ho deluso chi mi segue
DO
Se non sono più l’artista che volete
FA
Scusa se non faccio più le foto dopo i live
FA SOL
Ma l’amore che non dai spesso è odio per chi crede
LAm
Scusa

| (LAm) DO FA FA-SOL / LAm DO FA FA-SOL