Vestita di Bianco – Michele Pecora

“Vestita di Bianco”, del 1981, è uno dei brani di maggior successo del cantautore Italiano Michele Pecora. Attualmente, oltre all’attività di cantante e autore, Michele Pecora dirige un’orchestra che ha accompagnato e collaborato con molti artisti tra cui Ron e Peppino Di Capri.

| I testi sottostanti sono scritti ad una tonalità
| il più fedele possibile al brano originale.

INTRO = FA DO / DO FA

VERSE 1
========
FA
Ieri sera sul tardi han suonato alla porta

ho aperto, era notte, una figura mi ha detto
DO
ciao, sono la Morte!
(DO)
Non so perchè non mi sono sorpreso.

E’entrata parlando e ho detto
FA
ti stavo aspettando.

VERSE 2
========
(FA)
Si è seduta di fronte poi dopo un instante
DO
mi ha detto, è un vero peccato: sei bello, sei forte
FA
però sei tanto sudato.
(FA)
Le ho detto ti chiedo un solo favor: quando verrà l’ora
DO
ti prego non fare rumore io non ho paura
FA
ma gli altri non devono sentire

| FA DO / DO FA

VERSE 3
========
(FA) DO
Poi le ho detto lasciami il tempo di farmi scordare.

Dirò soltanto che devo partire
FA
che me ne voglio andare.
(FA)
Poi non so spiegarmi è come se adesso
SIb
trovassi la mia liberazione
DO
E’come staccarsi da un mondo
FA
che non ti ha mai voluto bene.
(FA)
L’indiferenza,la gente che non ha
SIb
più niente da dire.
(SIb) DO
Adesso io posso, adesso io voglio
FA
per l’ultima volta respirare.

| (FA) DO / DO FA

VERSE 4
========
(FA)
Quello che sento non riesco a spiegarlo
DO
e tu sei vestita di bianco. Ti imaginavo diversa e cattiva.
FA
Pensare che sembri una cosa viva.
(FA)
Voglio guardare per l’ultima volta
DO
gli alberi, i fiori, lo sai è primavera

e adesso la sera,arriva più tardi,
FA
e i giorni già sono più caldi.

FINALE
========
(FA)
Ma adesso se vuoi,possiamo andare
SIb
Ho fatto le cose che avevo da fare
DO
Ho detto le cose che avevo da dire.
(stop) FA
Adesso io posso,adesso io voglio venire.

| FA DO / DO7 REm (…)

Lascia un Commento

Commenta per primo!

avatar